Home > Costume > Moda e arte, a Parigi studenti del Chierici hanno realizzato progetto internazionale

Moda e arte, a Parigi studenti del Chierici hanno realizzato progetto internazionale

Andare in Francia per ritrovare l’Italia è quel che hanno realizzato gli studenti di IVA del liceo artistico statale, indirizzo Fashion Design/ EsaBac, del liceo artistico statale, Gaetano Chierici di Reggio Emilia, per 10 giorni a Parigi per la realizzazione del progetto internazionale: “Emilie: Moda e arte. Donne italiane portatrici di stile e cultura in Francia”, che si è svolto in tre mesi. A Parigi gli studenti del Chierici hanno progettato e realizzato insieme ai colleghi francesi dei liceo Paul Poiret e Octave Feuillet une robe “ à la manière”di Elsa Schiaparelli, visitando la sua Maison in place Vendòme, ammirando e studiando la sua ultima collezione di haute couture. Con questa maison Schiaparelli verranno intessute collaborazioni.

italianiefrIl progetto si è snodato in una ricerca sulla migrazione degli emiliano romagnoli ed italiani in genere in Francia a partire dalla grande Elsa Shiaparelli. I 10 allievi del Chierici hanno compiuto uno stage, ascoltanto anche il racconto di giovani studenti del liceo Paul Poiret, che accoglie ragazzi fuggiti dalla guerra in Siria e in Africa e che ora vogliono ricostruire la loro vita e crearsi un futuro nell’ambito della moda.

“Emilie” è un progetto finanziato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna per realizzare percorsi di mobilità formativa e professionale in Paesi con comunità emiliano-romagnole.

Gli studenti del Chierici, insieme ai ragazzi del Poiret e a quelli del liceo Octave Feuillet, hanno sviluppato la ricerca su una donna italiana eccezionale Elsa Schiaparelli, che ha informato la moda e la cultura in Francia e nel mondo.

Il progetto Emilie ha permesso agli allievi della classe IV A di scoprire la propria identità attraverso la ricerca storica di italiane, che sono emigrate in Francia. Le studentesse della IVA sono: Francesca Ballabeni, Giada Belloni, Isabella Costa Viappiani, Francesca D’Onofrio,Giulia Ferretti Sara Manicardi, Jasmine Puccio, Filippo Regnani,Valeria Valeschi, Carolina Valsangiacomo, Sofia Caferra, Rebecca Cattani,Caludia De Gregorio Kevin Cassandra,Chiara Gaetano,Cristina Giangregorio,Stefano Gualerzi, Letizia Maria Leoni, Alessia Strozzi. Il percorso è stato accompagnato dai docenti: Linda Fabbris, Sabine Catellani, Francesco Gambilongo, Maria Teresa Caprara, Lorenza Bigi e la coordinatrice, Paola Panciroli.

Con “Emilie” gli studenti dell’Indirizzo Fashion Design del corso EsaBac del Chierici ( il primo liceo artistico a rilasciare il doppio diploma quello di Stato Italiano e il Baccalauréat) hanno potuto raggiungere alte mete formative e professionali, raccontate in due video, montati dalla classe IVE del ad indirizzo multimediale col docente Francesco Costabile. Si è, quindi, trattato di un lavoro corale che ha coinvolto tutta la scuola.

StudChiericiEd ecco che colpiscono le immagini dei migranti, la riscoperta della grande resistente Gina Pifferi e l’orrore che si legge ancora negli occhi di coetanei in fuga dalle zone di guerra. Ne è uscita una doppia chiave di lettura: la migrazione come problema e opportunità.

Fra le donne intervistate: Patrizia Molteni (presidente dell’associazione Emilia Romagna, del Centre de recherches et d’etudes italiennes, socia di altre 18 associazioni e capo redattrice della rivista Focus In), Daniela Giachetti dell’associazione Dire ( Donne italiane rete estera), che ha operato con l’Oréal, due donne partite dall’Italia, che vivono in Francia, dove hanno raggiunto il successo con i nostri valori e la nostra cultura, infine, Hélène De Saint Germain (docente documentarista del Paul Poiret). Il progetto vale come alternaza scuola lavoro.

Prima e dopo il periodo di stage in Francia è stata condotta una ricerca sulla migrazione in terra francese dall’Emilia Romagna con lo studio di dati e ricerche insieme allo storico Antonio Canovi e Lorena Mussini (istituto Parri).

A Parigi gli studenti hanno visitato, fra gli altri, la Fondation Pierre Bergé – Yves Saint Laurent e mostra Christian Dior, il palais Galliera, la Maison Chloé.

Parole di soddisfazione espresse da Maria Grazia Diana (Dirigente Liceo artistico G. Chierici) che ha detto: “La migrazione come mobilità e condivisione di valori comuni,ieri e oggi: queste le opportunità di conoscenza e riflessione che grazie al progetto promosso dalla Regione Emilia Romagna i nostri studenti hanno potuto vivere in diretta nuove competenze e visioni del mondo attuale. Una ricchezza umana, culturale, professionale che a ragazzi di diciotto anni apre la mente ed il cuore sull’oggi. Come dirigente del Chierici auspico questa ricerca possa continuare per valorizzare la cultura femminile all’estero con modelli di eccellenza come Schiaparelli”.

@reggionelweb