Home > Città > Raduno 1.500 sinti a Reggio Emilia: “Diffondiamo il Vangelo”

Raduno 1.500 sinti a Reggio Emilia: “Diffondiamo il Vangelo”

Nell’ampia area di sosta di via del Chionso stazionano attualmente 110 roulotte e ne arriveranno nei prossimi giorni altre 60. Non si tratta di un nuovo campo nomadi, ma della celebrazione di un evento molto importante per la vita di pentecoste dei sinti che raggiungerà l’apice domenica 25 giugno dalle 10.30. Per quel giorno sono previste circa 1.500 persone provenienti da diverse regioni del paese, ma anche da oltre confine, come francesi e olandesi, alcuni già presenti con le loro roulotte.

“Vogliamo far conoscere il Vangelo in Italia e il sacrificio di Gesù sulla croce -spiega Giovanni Reinhardt, diacono e fra i responsabili della sicurezza del campo- diffondendo la Parola tramandata da Dio”.

CampoSinti1Considerati “protestanti” dalla Chiesa cattolica, la loro posizione diverge in particolare per quanto riguarda il battesimo: “Noi non facciamo battezzare i bambini piccoli che non possono scegliere liberamente -spiega Giovanni-, ma seguiamo l’esempio di Gesù che è stato battezzato da adulto”.

“Domenica sarà una grande festa, aperta a tutti. Pregheremo insieme ai predicatori in un momento di comunione intensa con il Signore”.

Giovanni, che per lavoro si occupa del recupero di rottami di ferro, evidenzia con orgoglio di far parte della famiglia Reinhardt del grande jazzista, “anche se non l’ho mai conosciuto”, specifica.

Risiede a Padova, in un campo sinti, in una casa mobile stile americano “il campo però è nostro, l’abbiamo comprato, quindi non è un campo nomadi”, segno evidente di un cambiamento culturale. “Oggi siamo più fermi rispetto al passato -spiega Giovanni-, noi diaconi ci spostiamo per seguire e organizzare gli eventi in giro, ma poi torniamo nel nostro campo. Se poi ad esempio vado in vacanza al mare, mi sposto con il camper per appoggiarmi al campo della comunità evangelica che sta in quella località”.

Per quanto riguarda l’accoglienza ricevuta a Reggio Emilia il diacono della comunità evangelica dei sinti esprime soddisfazione: “Abbiamo trovato una buona accoglienza e siamo contenti. Ma va anche detto che noi siamo gente tranquilla, per bene, onesta, anche le forze dell’ordine ci conoscono e sanno che siamo così”.

L’appuntamento quindi è per domenica 25 giugno dalle 10.30: “Scriva che anche i reggiani sono invitati, mi raccomando” -ci tiene a ribadire Reinhardt- siamo una comunità aperta all’accoglienza e ci fa piacere se vengono nuove persone”.

MB, @reggionelweb