Home > Economia > TR Media, il tifo sportivo del giornalismo concorrente

TR Media, il tifo sportivo del giornalismo concorrente

E’ stata presentata questa mattina alla Sala degli Specchi del teatro Valli la società editoriale TRMedia Srl, di proprietà di Coop Alleanza 3.0, nata dalla fusione delle società editrici delle emittenti televisive Telereggio, TRC Modena e TRC Bologna (leggi qui il servizio di Telereggio e Reggionline con la #fotogallery e i video della giornata).

Ha preso quindi ufficialmente forma il primo e più importante network dell’informazione televisiva e web in Emilia Romagna. Del gruppo fanno parte anche Teleducato e le testate web Reggionline, Parmaonline, Modenaonline, Reggio Nel Web, Trc.tv e Viaemilianet.

Dopo i saluti delle Autorità, a partire dal Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, e la presentazione della nuova società da parte di Edwin Ferrari (Presidente di TR Media), si è svolta la tavola rotonda dal titolo “Informazione locale, nuovi media e comunità” alla quale hanno partecipato il Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico e Comunicazioni On. Antonello Giacomelli; il Vice Direttore del TG3 Giuliano Giubilei; il Direttore di Telereggio Mattia Mariani; il Direttore di TRC Ettore Tazzioli; l’Amministratore Delegato di Coop Alleanza 3.0 Paolo Cattabiani; il Presidente dell’Associazione nazionale delle tv locali Aeranti Corallo avv. Marco Rossignoli.

La sala era gremita di un pubblico di qualità rappresentante diversi settori: istituzionale, imprenditoriale, di categoria, sindacale, associazionismo, cattolico e cooperativo.MassimilianoRanelllucci

Fra i presenti anche il mondo della comunicazione e del giornalismo, rappresentato in primis dall’Associazione Stampa Reggiana, ma anche da tanti giornalisti di diverse testate, compresa la concorrente Teletricolore che con il volto noto Massimiliano Ranellucci (nella foto qui a fianco) ha voluto informare i propri telespettatori del nuovo progetto informativo.

Oltre ai giornalisti di Telereggio, Reggionline e ReggioNelWeb, c’erano anche: Evaristo Sparvieri (Gazzetta di Reggio), Mattia Caiulo (Agenzia Dire), Gianfranco Parmiggiani (Teletricolore), Marco Barbieri e Diego Oneda (giornalisti di punta del prossimo giornale cartaceo che nascerà a breve), Cristiana Boni (Carlino), Pierluigi Ghiggini (La Voce), Elisabetta Grassi (Carlino e Unindustria), Giuseppe Manzotti, Fabio Zani, Mario Guidetti…

L’elenco non si esaurisce, ciò che si evidenzia è lo spirito sportivo e costruttivo dei giornalisti e fotografi di altre testate che hanno voluto essere presenti per esprimere il proprio in bocca al lupo al nuovo progetto. Segno evidente che il giornalismo reggiano è caratterizzato dal principio della solidarietà e funzione sociale del fare informazione, per il quale scompaiono rivalità e competizioni per far posto per un giorno alla condivisione di un successo come quello che si è celebrato oggi.

Solo una nota non positiva della mattinata: circa 50 persone sono state fatte tornare a casa perchè era stata raggiunta la capienza massima della sala. Una rigidissima -sebbene giovane graziosa- maschera dei Teatri, era infatti appostata sul primo gradino delle scale che conducevano alla Sala degli Specchi e alle 10.35 obbligava la gente invitata da TR Media che tentava di partecipare ad andare via.

Dura lex, sed lex, dicevano i latini. In questo caso, è stata fatta rispettare la rigorosa legge della sicurezza, senza se e senza ma. Giornalisti, Senatori, avvocati e imprenditori hanno dovuto lasciare il Valli con rammarico.

@reggionelweb